La caratteristica dell'aggiornamento di oggi Ŕ che sembra tutto uguale a prima, come se non ci fosse nulla di nuovo.

Eppure sta proprio qui la sua importanza: nel riuscire a funzionare come prima, sebbene siano stati fatti dei mutamenti sostanziali nelle strutture fondamentali su cui WinGuido si basa.

Vale a dire: i suoi men¨. Quei meccanismi, cioŔ, che ti consentono di fare una scelta tra pi¨ voci e, una volta fatta, di passare ad un altro men¨ oppure ad un'altra parte di WinGuido.

Dato che quasi tutte le funzionalitÓ su cui si basa WinGuido fanno uso di almeno un men¨, Ŕ evidente come la parte di programma che li realizza sia da considerarsi il cuore di WinGuido.

Allora, Ŕ come se WinGuido fosse appena stato sottoposto ad un trapianto di cuore.

E ora si tratta di controllare se davvero tutto funziona come prima. Io ho giÓ fatto molte verifiche, ma adesso tocca anche a voi.

Dovete provare a fondo le varie funzionalitÓ di WinGuido, e segnalare qualsiasi malfunzionamento che sia da attribuire a una non corretta rispondenza dei men¨.

Ad esempio: supponiamo di essere nel men¨ principale, e di scegliere "Dati". Si entra nel men¨ con la scelta tra: "Agenda", "Rubrica", eccetera.

Si sceglie "Rubrica", ma invece di entrare nella rubrica ci si ritrova nell'agenda.

Questo sarebbe un malfunzionamento chiaramente da attribuire ai cambiamenti appena eseguiti nelle strutture dei men¨.

I malfunzionamenti devono essere segnalati preferibilmente alla lista di discussione MondoWinGuido, oppure, per chi non vi Ŕ iscritto, alla segreteria dell'Associazione Guidiamoci, oppure al mio indirizzo di posta personale guido@winguido.it.

E adesso qualche dettaglio pi¨ tecnico.

I nuovi men¨ di WinGuido rispondono a delle logiche di programmazione ad oggetti.

Per introdurli, ho realizzato dei componenti UserControl, con Visual Basic 5, che potessero agevolmente inserirsi al posto delle precedenti routine che realizzavano i men¨, in modo da non stravolgere troppo il funzionamento complessivo del programma.

Questo lavoro dovrÓ essere ancora perfezionato, fino ad ottenere dei componenti completamente autonomi e indipendenti dalle vecchie routine.

In futuro, questo stesso lavoro dovrÓ essere svolto per le altre parti fondamentali di WinGuido: i campi di editazione, la gestione delle sintesi vocali e delle barre Braille, eccetera.

L'obiettivo Ŕ quindi quello di riorganizzare tutte le parti basilari del codice di programmazione di WinGuido, in modo da isolarle e costituire un nucleo, costruito secondo logiche di programmazione a oggetti, attorno a cui ruota tutto il resto del programma.

A quel punto, comincerÓ il lavoro pi¨ impegnativo, che sarÓ la riscrittura di quel nucleo con un nuovo linguaggio di programmazione pi¨ attuale che, come Ŕ stato detto un mese fa all'incontro di Trieste, sarÓ Visual Basic 2008, facente parte della piattaforma della Microsoft conosciuta come "Dot Net".

I vantaggi fondamentali saranno 2:

  • 1: sarÓ assicurata la sopravvivenza di WinGuido anche con i futuri sistemi operativi della Microsoft, perchÚ si farÓ uso di tecniche di programmazione attuali, anzichÚ risalenti a oltre 10 anni fa.
  • 2: sarÓ possibile, anche per altri programmatori, scrivere delle applicazioni che potranno essere inserite in WinGuido, usando il nucleo di WinGuido come componente di programmazione. In questo modo, altre persone potranno inserirsi nel lavoro di sviluppo di WinGuido, che quindi non dipenderÓ pi¨ soltanto da me.

    Si tratta di traguardi ancora lontani, ma con l'aggiornamento di oggi si muovono i primi passi.

    Ritorno.